Sabato 7 gennaio, davanti alla stazione FNM, si è tenuta la conferenza stampa di lancio della campagna elettorale del nostro Segretario di Circolo, Luca Carignola.

Carignola è Segretario del PD di Varese dal 2018 ed ha guidato il PD al grande risultato delle Amministrative dell’ottobre 2021, che ci hanno portato ad essere la prima forza politica cittadina, con la riconferma di Galimberti a Sindaco e la costituzione del gruppo consiliare più giovane e con più donne della storia del Partito Democratico cittadino.

Nel corso della conferenza stampa, in linea con la sua interpretazione del mandato di Segretario, col suo “fare squadra”, Carignola ha spiegato come la candidatura nasca certo come disponibilità personale, viste le implicazioni familiari e professionali, ma soprattutto come espressione della volontà di un gruppo ampio di persone con cui ha lavorato in questi anni. Questo il metodo e l’esperienza che vuole portare in questa campagna elettorale e, questo l’impegno collettivo, nel possibile mandato regionale: ascolto delle persone e del territorio, lavoro di squadra, impegno al raggiungimento del risultato a favore della collettività.

Il Sindaco Galimberti, il gruppo consiliare, la segreteria cittadina e diversi componenti della direzione cittadina, hanno fatto cornice alla conferenza stampa, a dimostrazione della condivisione e della rappresentatività della candidatura, una candidatura che punta al successo del Partito Democratico e di Pierfrancesco Majorino alla presidenza della Lombardia e non al solo risultato personale.

Ovviamente aver scelto la stazione FNM per la conferenza stampa ha significato voler porre l’accento su una delle grandi inefficienze dell’attuale Regione Lombardia, quella del trasporto ferroviario, inefficienze già evidenziate in una mozione approvata dal Consiglio comunale di Varese, su iniziativa del PD. 

Carignola ha evidenziato come l’indice dei ritardi dei treni lombardi sia pesantemente sopra la media e come ritardi e soppressioni si trasformino in un vero calvario per pendolari e studenti, con notevoli ricadute economiche, e come questo sia una offesa alla dignità di chi si deve avvalere di questo servizio.

Nel sottolineare come sia necessario un piano straordinario di manutenzione ed un ulteriore ammodernamento di mezzi e infrastrutture, per favorire l’incremento delle corse ed il raggiungimento di un livello di servizio all’altezza delle necessità di chi se ne avvale, Carignola non ha mancato di sottolineare il significato ambientale di un investimento sul trasporto pubblico su ferro ed ha posto l’accento sul problema della sicurezza, specie per l’utenza femminile: “… non solo telecamere per la videosorveglianza, spesso ex post, ma presenza di personale addetto alla sicurezza sui convogli…”. 

Rammentando come i pendolari abbiano nuovamente denunciato con 30mila firme l’inefficienza del sistema dei trasporti, Carignola ha assunto un impegno preciso a loro sostegno, come primo dei suoi atti da Consigliere.

Infine Carignola ha rilanciato un impegno preciso del PD varesino e dell’Amministrazione Galimberti: il collegamento diretto fra il capoluogo e la stazione di Milano centrale: che Varese sia ferma al secolo scorso nel collegamento col capoluogo regionale e da lì col resto del paese e che questo rappresenti un evidente intralcio alle relazioni economiche e culturali, all’attrattività della nostra città, è una situazione che va risolta. La Lombardia che cambia, passa anche dal cambio del sistema di trasporto ferroviario. “Tecnicamente si può, non c’è stata la volontà politica: è un tema si deve mettere al centro” ha ribadito Carignola.

A contrappasso con l’immobilismo della giunta lombarda, Carignola ha poi rimarcato come a pochi metri dal luogo della conferenza stampa continuino i lavori del Piano Stazioni: “..da parte nostra non c’è una politica degli annunci, agli annunci seguono i fatti…”, rivendicando un percorso politico e amministrativo fatto dal PD varesino, che dopo aver sconfitto lega e centrodestra nel 2016, ha riconfermato il risultato nel 2021 e sta adesso realizzando progetti avviati con confronto e scelte precise e velocizzati anche dalle tante risorse messe in campo dal PNRR.

A cura di AZ